Inestetismi del viso e chirurgia plastica

La gravità, l’esposizione al sole e lo stress della vita quotidiana, possono incidere sui nostri volti e sulla zona del collo. Profonde rughe intorno alla bocca, contorno mandibolare rilassato e collo raggrinzito con depositi di grasso sono i segni dell’invecchiamento. Il face lifting corregge questi inestetismi tirando i muscoli facciali, rimuovendo il grasso e riducendo la pelle in eccesso, donando al viso un aspetto più fresco e giovanile e in alcuni casi ringiovanire il viso anche di 10/15 anni.

A chi è indicato il face lifting?

I lifting sono efficaci per i pazienti che desiderano correggere:

  • Cedimenti della pelle
  • Profonde pieghe sotto gli occhi
  • Profonde rughe tra naso e bocca (pieghe naso-labiali)
  • Rilassamento generale a causa della perdita di tono muscolare
  • Eliminare piccole adiposità zona della mandibola e collo

L’intervento di face lifting può produrre un notevole miglioramento nell’aspetto per gli inestetismi sopra menzionati. Tuttavia, i lifting non fermano il processo di invecchiamento e non ringiovaniscono zone come fronte, palpebre e borse sotto agli occhi: i pazienti che desiderano migliorare queste aree possono prendere in considerazione la combinazione di un lifting con la chirurgia delle palpebre (blefaroplastica).

Face lifting: tecnica

I lifting sono in genere procedure chirurgiche che devono essere eseguite in strutture a norma con anestesia locale più sedazione e in certi casi in anestesia generale. L’intervento richiede circa 1 ora e la procedura varia a seconda del chirurgo plastico, della struttura facciale del paziente e dell’entità desiderata. Le tre tecniche di incisione più comuni sono:

Facelift tradizionale: il lifting “completo” per ringiovanire il viso, le guance e il collo, comprende l’aspirazione del grasso, il sollevamento e il riposizionamento dei muscoli e dei tessuti più profondi, nonché il rimodellamento del tessuto cutaneo. L’incisione inizia dalle tempie e scende verso la parte anteriore dell’orecchio fino ad arrivare nella parte posteriore dell’orecchio verso il cuoio capelluto all’attaccatura dei capelli. A volte, un’altra incisione viene fatta sotto il mento.

Incisione ristretta limitata: per un ringiovanimento limitato intorno agli occhi e alla bocca, comprese le pieghe naso-labiali e altre pieghe profonde. Brevi incisioni sono fatte sulle tempie e attorno all’orecchio, e possibilmente nelle palpebre inferiori e / o sotto il labbro superiore.

Lifting del collo: concentrato su guance, pelle flaccida sul collo e grasso sotto il mento. L’incisione viene eseguita intorno al lobo dell’orecchio e dietro l’orecchio sul cuoio capelluto. In tutti e tre i metodi, le incisioni vengono suturate con dei punti o colla tissutale. Le cicatrici sono nascoste nell’attaccatura dei capelli e contornano naturalmente il viso.

Cos’è un mini lifting?

Il mini lifting prevede il ringiovanimento del viso sollevando le guance e eliminando le pieghe naso labiali, al fine di ottenere un aspetto naturale, ringiovanito senza la necessità di sottoporsi a un lifting completo. I lifting facciali sono ideali per ridurre il gonfiore sotto gli occhi, migliorando il contorno delle guance superiori e correggendo le pieghe naso-labiali. Spesso viene abbinato l’intervento di blefaroplastica. Per quanto riguarda le incisioni sono piccole e nascoste nelle palpebre o nella bocca.

Face lifting: post operatorio

Inizialmente, si può verificare gonfiore, intorpidimento, lividi e una sensazione di tensione al viso e al collo.  La maggior parte di questi si risolve solitamente entro 3-6 settimane e la sensazione ritorna tipicamente normale entro pochi mesi. Col tempo, le cicatrici diventano meno rosse, sollevate, grumose o pruriginose.
Molti pazienti ritornano al lavoro entro la terza settimana.