La liposuzione è uno degli interventi di chirurgia estetica femminile più richiesti e più amati dalle donne italiane.

La lipodistrofia è un accumulo di grasso in un determinato punto del corpo che disarmonizza la figura. È un inestetismo abbastanza comune prodotto da cause ereditarie o ormonali. Questi accumuli di adipe localizzato, possono variare a seconda del sesso e si verificano più frequentemente nell’addome, glutei e fianchi, cosce, ginocchia e in alcuni casi sotto il mento.

Esistono diverse procedure per eliminare il grasso in eccesso, dai trattamenti topici alle infiltrazioni di diversi prodotti. Lo svantaggio di queste tecniche è che, nel migliore dei casi, svuotano l’area interessata delle cellule adipose, ma non le eliminano completamente, in modo che possano riapparire. A differenza, la liposuzione permette di rimuovere i depositi di grasso da zone del corpo difficili da eliminare con la pratica regolare di esercizio fisico o di una dieta equilibrata.

Sebbene siano due inestetismi che spesso convivono, non si dovrebbe confondere la liposuzione con la cellulite. La cellulite è un disturbo nella struttura del grasso più superficiale che si manifesta con la tipica buccia d’arancia, ma non dipende dalla quantità di grasso accumulato. È importante essere chiari su questa distinzione perché la liposuzione combatte l’adipe, non la cellulite, sebbene possa contribuire a migliorarla.
Tutte quelle persone che, pur essendo nel loro peso ideale, hanno depositi di grasso in aree localizzate e intendono migliorare il loro aspetto fisico attraverso la loro eliminazione possono sottoporsi all’intervento di liposuzione. Ottenere un buon risultato dopo la liposuzione, dipenderà dalla vastità della zona da trattare, dalla quantità di adipe che si riesce ad aspirare, dall’elasticità cutanea del paziente e dalla corretta gestione delle regole postoperatorie.

Ci sono studi che sostengono che la liposuzione abbia benefici anche a livello di metabolismo.

Liposuzione: tecnica

La liposuzione è una procedura chirurgica che consiste nell’eliminazione del grasso in eccesso nell’area del corpo interessata all’inestetismo, attraverso la sua aspirazione con sottili cannule che vengono inserite attraverso piccole incisioni nei depositi di grasso situati in punti nascosti. La durata dell’intervento varia in base alla quantità di grasso da estrarre e al numero di aree da trattare. Una volta che la liposuzione è terminata, il paziente deve indossare una fascia elastica di compressione per un mese che aiuterà a riorganizzare la pelle sul nuovo volume. Il trattamento viene effettuato in un’unica sessione e il paziente deve rimanere in clinica per 24 ore. Con l’aspirazione del grasso in eccesso, è possibile modellare l’area trattata con il conseguente miglioramento della figura e dei profili. Questa tecnica deve la sua crescente popolarità alla sua efficacia. Il grasso aspirato non si ripresenta perché le cellule adipose, alla fine della pubertà, smettono di riprodursi. Pertanto, l’intervento di liposuzione è consigliato dopo 16/18 anni di età.

Liposuzione: anestesia

Il chirurgo plastico deciderà quale tipo di anestesia è più conveniente a seconda dell’area da trattare e del volume di grasso da aspirare. Generalmente l’intervento viene eseguito con anestesia locale o regionale. Quando la liposuzione viene eseguita in una vasta area o interessa diverse aree, è possibile scegliere di utilizzare l’anestesia generale.

Liposuzione: visita specialistica

Come in tutti gli interventi, la visita specialistica è essenziale per rilevare eventuali anomalie che potrebbero controindicare l’operazione. Durante la prima visita, lo specialista in chirurgia plastica, saprà consigliare il candidato paziente su tutte le opzioni esistenti alla risoluzione del problema. Inoltre valuterà attentamente lo stato di salute e ascolterà le tue aspettative. Alla fine saprà determinare dove si accumula il grasso corporeo e calcolare il volume approssimativo da aspirare necessario al recupero di un’adeguato profilo corporeo, tenendo sempre in considerazione la qualità della pelle (elasticità cutanea) del paziente.

Liposuzione: post operatorio

Dopo la liposuzione e per tutto il primo mese, deve essere utilizzato una guaina compressiva e devono essere eseguiti massaggi nell’area trattata per controllare l’infiammazione e fare in modo che il corpo si adatti ai nuovi profili. Oltre al gonfiore e lividi dell’intervento, la liposuzione lascia minuscole cicatrici appena percettibili, dal momento che le cannule attraverso le quali il grasso viene aspirato sono molto sottili. Ci vuole un po’ prima che questi segni scompaiano definitivamente e i risultati possono essere apprezzati a pieno. Per quanto riguarda il possibile disagio, dipende dall’area trattata e dall’estensione. L’area dell’addome è solitamente più dolorosa, mentre la liposuzione delle ginocchia e delle cosce causa anche un notevole disagio nei primi giorni, ma è ben controllata dagli analgesici.

Liposuzione: costo

La stima del prezzo della liposuzione è difficile. Questa procedura può essere eseguita su numerose aree del corpo, con diverse tipologie di tecniche, con differenti tipi di anestesia, ovviamente, da chirurghi plastici con grado di preparazione ed esperienza differenti.  Il costo della liposuzione può essere valutato solo con una visita specialistica.

Maggiori info: liposuzionecosti.com